Trovato in: http://www.torvergata-karting.it/article/articleprint/49/-1/6

Un Kart per un record di velocità


TVK Ricerca Meccanica Strutturale


Il modello tridimensionale della carena


Gli obbiettivi sono molto ambiziosi e vogliono essere estremamente coinvolgenti; molti saranno i nomi che affiancheranno questa straordinaria iniziativa. La missione, infatti, non è soltanto quella di battere un record, ma di dimostrare come anche con un mezzo così “semplice” si possano arrivare risultati di grande rilievo.
La continua ricerca dell’ottimizzazione e dell’esasperazione delle prestazioni di un normale go kart è voluta uscire dai binari rigidi che la legavano alle sole competizioni “standard” ed ha saputo trovare sfogo su un terreno fino ad ora battuto dalle “grandi dimensioni”.
Perché si possa definire un record è necessario che se ne definisca un punto di partenza, o meglio, un riferimento da battere. Tale riferimento è l’attuale record di 185 Km/h ottenuto da A. Tonoli e T. Yoshino sul circuito di Vairano (VR) il 5/5/2005, utilizzando un go kart progettato e realizzato dal Team Mondokart.


Il kart realizzato da Mondokart


L’obbiettivo richiede studi approfonditi e particolarmente attenti non solo alle prestazioni del mezzo in senso puramente motoristico e telaistico, ambiti che verranno comunque fortemente sviluppati per riuscire a ricavare da ogni semplice modifica quel poco che possa essere utile per lo scopo prefissato, ma soprattutto rivolti all’ottimizzazione delle caratteristiche aerodinamiche del mezzo per permettergli, ovviamente non in senso letterale, di “volare”. Verranno utilizzate tecnologie all’avanguardia nel settore della progettazione affiancata da approfonditi studi ai simulatori agli elementi finiti ed al CFD, nonché test in galleria del vento ed in pista, affiancati dall’esperienza del pilota e dei tecnici del settore, e dalle competenze che il gruppo di Tor Vergata Karting ha acquisito in questi anni riguardo alla analisi di veicoli da competizione, alla meccanica strutturale ed ai materiali.
Dalla giusta simbiosi/mescolanza di design e studi tecnici si porterà alla luce una forma della carena che permetta di considerarla quasi inesistente in termini di spessore ed un telaio adatto alla missione richiesta dotato di tutti gli accorgimenti tecnici che garantiscano le sue massime prestazioni ed al tempo stesso le massime condizioni di sicurezza per chi si troverà a bordo del mezzo.

Il team TVK dedicato a questo progetto è costituito da:

Dr.Ing. M.E. Biancolini biancolini@ing.uniroma2.it
Dr.Ing. F. Renzi renzi@ing.uniroma2.it
Ing. G. Manieri glucaman@yahoo.it
Ing. M. Urbinati marco@urbinatidesign.it




| Torna alla versione normale della pagina | Invia questo articolo ad un amico |
| Torna alla versione normale della pagina